Medicina estetica – Trattamenti corpo

Trattamenti anticellulite

Con il termine cellulite si indicano una serie di alterazioni morfologico-tissutali, aventi come manifestazioni comuni: pelle “a buccia d’arancia”, adiposità localizzata, ipotonia muscolare e ristagno di liquidi interstiziali.
Colpisce prevalentemente il sesso femminile con una incidenza stimata attorno all’80-90%. Proprio a causa dell’elevata diffusione, la cellulite è stata per anni sottovalutata e considerata semplice inestetismo.
Oggi la comunità scientifica è concorde nel ritenerla una vera e propria condizione patologica, che va sotto il nome di panniculopatia edemato-fibro-sclerotica (PEFS). La PEFS è un problema prevalentemente femminile per due ragioni: le donne hanno una maggiore percentuale di tessuto adiposo rispetto agli uomini e, aspetto non secondario, è stato dimostrato che gli estrogeni provocano un aumento della permeabilità vascolare con conseguente incremento di  ritenzione idrica.

Mesoterapia

Il trattamento consiste in microiniezioni locali di farmaci (o prodotti omotossicologici) vasoprotettori che migliorano la funzionalità venosa e linfatica delle gambe.

I farmaci, diffusi localmente, favoriscono, infatti, l’eliminazione dei liquidi in eccesso e migliorano il microcircolo. In tal modo si produce un processo di disintossicazione dell’organismo, che migliora tonicità ed elasticità cutanea.

In caso di adiposità localizzata, si utilizzano farmaci lipolitici specifici, applicati nelle zone in cui è localizzata l’adiposità.  La durata media di un ciclo consta di 5-10 sedute a cadenza settimanale e di intervalli variabili, per il cosiddetto “mantenimento”, da valutare a seconda dei casi. La procedura è di breve durata, circa 15’, e permette l’immediata ripresa delle attività.

Intralipoterapia

E’ una tecnica iniettiva ambulatoriale che viene usata per ridurre le adiposità localizzate, come opzione non chirurgica. Si utilizza un particolare detergente ad azione lipolitica (soluzione micro gelatinosa a rilascio controllato di molecole ad azione adipocitolitica) che sostituisce la precedente fosfatidilcolina attualmente vietata dalla legge.
Questa sostanza (Aqualyx) può essere iniettata in varie zone del corpo: addome, fianchi, interno ed esterno cosce, interno ginocchia, coulotte de Cheval, pieghe del dorso, braccia e doppio mento. Il trattamento è efficace sia nella donna che nell’uomo.

Il prodotto viene iniettato nelle zone da trattare con un particolare ago attraverso il quale, da un solo forellino di ingresso, il liquido viene distribuito nello strato adiposo “ a ventaglio” in modo da ricoprire tutta la zona da ridurre.

Il trattamento è pressoché indolore in quanto il farmaco è addizionato con un anestetico.
Nelle tre settimane successive la zona presenterà segni di infiammazione: leggero rossore ed indolenzimento, normali reazioni che consentono al farmaco di agire. Durante questo periodo è consigliato eseguire una seduta di linfodrenaggio manuale o di presso terapia 1-2 volte a settimana.

Le sedute si eseguono ogni 3-4 settimane e, a seconda della zona e dell’entità del grasso, occorrono da 1 a 6-8 trattamenti.

Chiama per prenotare un appuntamento